Cuore di bambola

Senji Nakajima è un 61enne giapponese che ha intrapreso una relazione sentimentale con Saori. Che cosa c'è di strano? Che lei è una sex doll in silicone. Ma lui è convinto che abbia dei sentimenti.

Man's Affair With Silicone Lover«Stiamo parlando di una rappresentazione composta soltanto da qualche circuito meccanico. Non credo che si possa parlare di innamoramento quando c’è di mezzo una macchina». Così diceva l’antropologa Kathleen Richardson, intervistata nel marzo 2016 da SexTelling sul tema dei robot adibiti al sesso. Non poteva immaginare che, appena tre mesi più tardi, un uomo giapponese l’avrebbe smentita dichiarando al mondo: «Amo Saori, non è solo plastica».

COME NASCE UN AMORE
Il 61enne Senji Nakajima è sposato (con una donna vera) e ha due figli (altrettanto reali), ma questo non gli ha impedito di innamorarsi perdutamente di Saori, la sex doll in silicone che aveva acquistato nel 2010 allo scopo di sentirsi meno solo durante i lunghi viaggi di lavoro. E dare sfogo alle sue esigenze sessuali, incorniciate da fantasie che dipingevano Saori come la sua prima fidanzatina di sempre. Notte dopo notte, rapporto dopo rapporto, qualcosa è cambiato: Senji ha cominciato a vedere in Saori qualcosa di più di una suppellettile erotica. Fino al punto di riconoscerle addirittura delle qualità morali: «Non è interessata ai soldi».

UN RAPPORTO SPECIALE
I due ora vivono insieme in un appartamento di Tokyo. Quando non lavora, Senji porta Saori con sè spingendola su una carrozzella e offrendole gite e cene romantiche. Cambiandole di volta in volta vestito, per poi lavarla accuratamente in vasca da bagno con tanto di bagnoschiuma a fine giornata. E ringraziandola, nel suo cuore, per «condividere momenti preziosi e arricchire la sua vita».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Fantasie, Manie&Ossessioni Argomenti: , Data: 27-06-2016 06:22 PM


Lascia un Commento

*