Confessioni di una traditrice

Una delle poche donne iscritte ad Ashley Madison rivela le motivazioni dietro ai suoi tradimenti. Sesso, voglia di novità e dipendenza l'hanno spinto nel mondo dell'infedeltà online.

Ashley-MadisonPerché ci si scrive ad Ashley Madison? Per noia. Almeno è questo quello che ha confessato una delle poche donne iscritte al più importante sito di incontri/tradimenti di recente violato da anonimi hacker con tanto di psicodramma collettivo. In quanto donna poi l’iscrizione è gratuita e bastano poche informazioni per avere un profilo online a disposizione di chiunque voglia giocare al gatto e al topo. In versione sexy.

NORMALE, NON PROSTITUTA
«Ho 30 anni e un marito favoloso, amo il mio lavoro e la mia famiglia. Il mio libro preferito è Qualcuno volò sul nido del cuculo, il mio film preferito è Fiori d’acciaio, la mia band preferita sono i Grateful Dead». La traditrice che si è confessata alla stampa ha descritto così la sua breve biografia su Ashley Madison. Quello che le interessava era poter avere il controllo della situazione, essere lei a decidere chi e quando poter contattare. Come su un bel catalogo di moda, l’iscritta ha scelto gli uomini che le parevano più attraenti, che scrivevano nell’italiano migliore e così è iniziata la conoscenza virtuali di possibili partner sessuali. Perché di una cosa la donna del mistero era certa: non avrebbe mai voluto lasciare il marito. «Quando mi sono sentita abbastanza a mio agio, ho postato la mia foto (con occhiali da sole) su Ashley Madison e sono piovuti complimenti ed inviti», ha raccontato l’utente registrata al sito. «Quanti uomini che potevo potenzialmente avere! All’inizio fu galvanizzante, poi divenne troppo, dava dipendenza. Non ne guadagnai in autostima però. La lusinga era che sembravo normale e per me era rassicurante, data l’avventura disonesta e amorale. Normale lì è la parola che significa reale e non prostituta»

SESSO E DIPENDENZA
La donna del mistero non sa come spiegare la sua propensione all’adulterio. La vede come un mix di voglia di cercare, di innamorarsi di una persona nuova, ma anche di autodistruzione. L’elemento centrale però rimane il sesso. L’iscritta ad Ashley Madison ha avuto incontri poco significativi. Con uno ha preso solo un caffè, con un altro aveva un’ottima affinità online, ma non dal vivo e con un altro ancora è finita presto perché lui si era innamorato. «Con Texas Ranger mi frequento da quasi un anno. A volte la sua presenza riattizza il rapporto con mio marito, altre volte minaccia il mio matrimonio. Tecnicamente io e il mio amante non abbiamo futuro», osserva la traditrice. «Lui ha una fidanzata e vuole sposarla. Io ho un marito e vogliamo un altro figlio. Eppure non riesco a troncare. Mi piace, ma soprattutto credo si tratti di dipendenza. Continuo a voler sfuggire alla realtà di tutti i giorni, ad aver bisogno di esplorare, vivere la novità e l’eccitazione di conoscere qualcun altro». L’ironia della sorte per un fedifrago però sta tutta nel fatto che l’infedeltà isola. Non ne puoi parlare con nessuno, non puoi condividerla se non con l’amante. Alla fine il rischio è di allontanarsi ancora di più dalla vita reale e di sentirsi ancora più soli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Coppia, Fantasie Argomenti: , , , , , Data: 12-10-2015 06:00 PM


Lascia un Commento

*