Ashley Madison diventa una serie tivù

La produttrice Courtney Haziett, insieme a Steven Marrs, ha pensato di trasformare in una storia degna di Hollywood le vicende del sito di incontri violato dagli hacker.

imageDa quando Ashley Madison è stato attaccato dagli hacker, sembra che il mondo non possa fare a meno di parlare d’altro. Ma soprattutto di interrogarsi sui motivi che hanno spinto padri, mariti e fidanzati a diventare membri del sito di scappatelle più cliccato della rete (anche in Italia in molti sono stati pizzicati dai pirati informatici con le mani nel sacco). La storia, tra il grottesco e il comico, ha catturato anche l’attenzione degli ‘squali’ di Hollywood, sempre pronti a trasformare in film una storia appetitosa.

UNA FICTION
«Quando quasi quaranta milioni di persone fanno la stessa cosa, allora vale la pena discuterne». Così ha dichiarato Courtney Haziett, la produttrice televisiva che, insieme a Steven Marrs, ha dato il via a un progetto per mettere sul piccolo schermo le vicende del sito di appuntamenti. Provvisoriamente il progetto è stato intitolato Thank you, Ashley Madison.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*