Rassegne

Sesso d'artista

di Stefania Romani
Seduzione ed erotismo in 10 mostre. Con capolavori dalle avanguardie al mondo classico.

L’erotismo ha sempre il suo fascino. E attorno alle mille sfumature della seduzione e del sex appeal ruotano le 10 mostre del 2015 selezionate da Letteradonna. Fra quelle scelte, figurano rassegne di pittori contemporanei o esponenti delle avanguardie. Ma c’è anche l’arte antica, che spalanca la finestra su un mondo molto più disinvolto di quanto ci si possa aspettare.

pezzo1

UN DIARIO PRIVATO
Si chiama Dessins de chambre (et d’autres) la personale di Luca Caccioni, allestita alla Otto Gallery di Bologna dal 17 gennaio al 15 marzo. Con i disegni inediti tratti dal Grande quaderno erotico del bolognese, una sorta di diario privato dell’ultimo ventennio, l’esposizione propone opere sensuali, a tratti evanescenti, tracciate con grafite e ossidi sul supporto trasparente dell’acetato. Risultato? Immagini sovrapposte, stratificate, con un gioco dinamico di rimandi e allusioni. www.otto-gallery.it

pezzo2

LA DONNA AL CENTRO
Per i suoi 70 anni, Milo Manara si regala una mostra a Palazzo Fruscione di Salerno, dal 3 febbraio al 1 marzo, con le tavole che ripercorrono tutta la sua carriera. Articolata in tre piani, la rassegna conta strisce, copertine, bozzetti, schizzi, che racchiudono un universo al centro del quale c’è sempre e solo la donna, una figura ammiccante e carica di sex appeal. www.comicon.it

PEZZO3

L’EROS NELL’ARTE EUROPEA
Nel percorso espositivo de Il demone della modernità, dal 14 febbraio al 14 giugno a Palazzo Roverella di Rovigo, serpeggia tutta l’inquietudine del tardo Ottocento. E fra i temi principali c’è anche l’influenza che ha avuto l’eros nell’arte europea a cavallo fra XIX e XX secolo. Qualche esempio? Il Peccato di Franz von Stuck, che interpreta in chiave moderna un tema della tradizione, ha una carica fortissima, come la Diavolessa di Alberto Martini, un notturno di grande potere allusivo. www.palazzoroverella.com

pezzo4

AMORI SAFFICI E NUDI
C’è attesa attorno alla retrospettiva sulla pittrice polacca Tamara De Lempicka, da marzo a Palazzo Chiablese di Torino con i suoi amori saffici e i nudi femminili che trasudano sensualità. Fra i soggetti preferiti figurano donne formose, tornite, con lo sguardo forte, appena illuminato, come Rafaela, la ragazza diciassettenne italo americana che per un mese fu amante e musa di Tamara. www.comune.torino.it

pezzo5

TRA EROTISMO E OSCENITÀ
C’è ancora l’eros filtrato da uno sguardo femminile al centro della personale dedicata a Carol Rama, in scena dal 3 aprile al 12 luglio al Musée d’art moderne de la ville di Parigi, con le opere che sperimentano il potenziale erotico del corpo, sfiorando a tratti l’osceno. L’artista torinese, per un certo periodo vicina al Mac, il Movimento d’arte concreta, viene consacrata dai bricolage e più tardi usa gomme e camere d’aria su tele quasi monocrome, ad alludere alla fisicità del corpo, al senso della pelle. www.mam.paris.fr

 PEZZO6

MILANO CELEBRA LA MATERNITÀ
A Milano La grande Madre, prodotta dalla Fondazione Trussardi, sarà nelle sale di Palazzo Reale, dal 25 agosto al 15 novembre, con una carrellata sulla rappresentazione della maternità nell’arte del Novecento, dalle avanguardie a oggi. Nel percorso anche un focus sugli scontri di mentalità legati all’emancipazione femminile, sulla nuova percezione della sessualità, dei desideri e del corpo da parte della donna, fino ad arrivare alla figura della ‘ragazzaccia’ del post femminismo. www.fondazionenicolatrussardi.it

pezzo7

LE FANCIULLE DI BALTHUS
Sono invece le fanciulle ad aver sempre affascinato Balthus, pittore francese di origine polacca che muove dai riferimenti alla cultura classica, con il Rinascimento su tutti, per guardare anche a De Chirico e al Surrealismo. Alle Scuderie del Quirinale di Roma, da ottobre saranno esposte le celebri ragazze sensuali e ammiccanti, che spesso hanno messo a disagio, perché legate alla dimensione della sessualità in una fascia d’età molto bassa. www.scuderiequirinale.it

Mark Woods

ARTE ED EROS
A Losanna è invece aperta fino al 26 aprile, al Mudac, Strane forme di piacere, una collettiva sul rapporto fra arte ed eros. E sull’influenza che il sesso ha avuto nel design, nella moda, nella cultura figurativa. Fra gli oltre duecento pezzi sfilano oggettistica e opere fetish, come il divano orgia, le lampade tattili, l’acquario fallico. E poi ci sono indumenti, scarpe con tacchi ‘assassini’, immagini hot. www.mudac.ch

pezzo9

UNO SGUARDO A ORIENTE
Punta quindi sull’Oriente Casa dei Carraresi di Treviso, con Dai Samurai a Mazinga, in calendario fino al 31 maggio: l’imponente panoramica sul Giappone conta una sezione a parte dedicata all’erotismo, in cui sfilano una ventina di shunga, immagini che rappresentano episodi di accoppiamento in cui i genitali dei protagonisti sono ingigantiti, come in una sorta di close up.   giapponedaisamuraiamazinga.com/it

pezzo10

UNA FINESTRA SUL SESSO
Spogliatevi la mente è il fil rouge della rassegna al Wellcome Trust di Londra fino al 20 settembre, con una finestra sulla storia del sesso e sulle diverse pratiche sessuali. Che mettono in luce un mondo molto più disinibito di quanto pensiamo. Chiude il percorso la cabina in legno dello psicanalista Wilhelm Reich, che dovendo fungere da accumulatore erotico, ha ispirato Woody Allen per Tutto quello che avreste voluto sapere sul sesso e non avete mai osato chiedere. www.wellcomecollection.org

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Fantasie Argomenti: , , Data: 18-01-2015 10:30 AM


Lascia un Commento

*