Sesso

Contraccezione 2.0

Un portale per evitare gli imprevisti estivi dell'amore o affrontarli al meglio.
Estate, tempo di nuovi incontri e di nuovi amori. Ma la sicurezza non va mai persa di vista.

Estate, tempo di nuovi incontri e di nuovi amori. Ma la sicurezza non va mai persa di vista.

Estate, tempo di nuovi amori e nuovi incontri. E la sicurezza? L’Italia resta da anni il fanalino d’Europa in materia: solo il 40% della popolazione adulta ha una chiara conoscenza della materia, ma le percentuali precipitano rovinosamente quando si parla di adolescenti. Meno dell’1% delle ragazze under 19 conosce i metodi scientificamente validi per una corretta contraccezione sessuale e di prevenzione di malattie sessualmente trasmissibili. Inoltre, solo la metà dei giovani considera l’educazione sessuale – lo rivela una ricerca pubblicata da Federfarma – una sorta di ‘perdita di tempo’.
UN PORTALE PER INFORMARE
Per questo la Sic, Società italiana della Contraccezione, ha scelto un approccio innovativo, a misura di teen: l’idea è quella di un primo portale di informazioni scientifiche su sesso e dintorni in modalità 2.0.
Basta digitare www.siccontracezione.it oppure andare sulla Fan Page della Sic appena creata su Facebook per poter richiedere direttamente un consiglio a esperti ginecologi, aprire un dibattito, scaricare video informativi e notizie. L’obiettivo è fare prevenzione in campo sessuale coinvolgendo i giovani usando un linguaggio a loro familiare: «Per questo abbiamo scelto Facebook, il social network più amato dai ragazzi italiani», ha detto a Letteradonna.it Annibale Volpe, medico e presidente di Sic.
GRAVIDANZE A SORPRESA E MALATTIE I RISCHI DA EVITARE
Non è poi casuale la scelta di lanciare il progetto proprio questo mese: «In estate» spiega Volpe «s’intrecciano nuove relazioni, spesso anche di natura sentimentale: un momento fantastico, a patto che si usi la testa».
Gravidanze indesiderate e malattie sessualmente trasmissibili sono tra i rischi che una contraccezione sbagliata o addirittura inesistente può portare. «Non a caso» continua il professore «nei mesi estivi le richieste della cosiddetta pillola del giorno dopo aumentano esponenzialmente». Su Facebook e sul portale sarà possibile invece per tutta l’estate chiedere pareri e consigli a ginecologi esperti: solo con una corretta informazione è possibile attuare un’adeguata prevenzione sui rischi di un sesso non sicuro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Contraccezione Argomenti: , , Data: 26-07-2014 09:00 AM


Lascia un Commento

*