Vita a tre

In vacanza con l'amante

di Lucrezia Holly Paci
La scelta è ardita, ma se ben organizzata può dare soddisfazione. 7 consigli per evitare pasticci.
Andare in vacanza con l'amante e lasciare il compagno in città si può fare. Ma bisogna sapersi organizzare.

Andare in vacanza con l’amante e lasciare il compagno in città si può fare. Ma bisogna sapersi organizzare per non farsi scoprire.

Andare in vacanza con l’amante? Perché no. La scelta è ardita ma se ben gestita è di quelle in grado di dare grande soddisfazione.  Attenzione però, progettare una vacanza con l’amante richiede ingegno e accuratezza, se non vuoi creare situazioni di tensione e rischiare di essere scoperta dal partner. E allora ecco 7 suggerimenti per evitare pasticci.

1-  Prediligi la qualità, anziché la quantità, del tempo. Non solo le donne, ma anche gli uomini pretendono attenzione. Soprattutto l’amante che, in vacanza, esige un occhio di riguardo. Scegli con cura la durata del vostro soggiorno: meglio passare meno tempo insieme, ma con intensità e dedizione, piuttosto che prolungare la vacanza ed essere altrove con pensieri e preoccupazioni.

2-  Scegli località non frequentate da conoscenti e amici. Si alle scelte romantiche ma prese con ponderazione. Non lanciarti in decisioni affrettate.

3- Chiedi d un’amica fidata di supportarti nella tua impresa vacanziera e di essere la tua copertura. Il 67% delle donne ricorre alle proprie amiche per organizzare una vacanza con l’amante, come dice il sondaggio condotto dal sito di incontri Gleeden.com. Dopotutto l’unione fa la forza anche in queste situazioni borderline.

4- Non giustificarti troppo con il partner. Ora che hai scelto luogo e durata della vacanza, comunica al tuo compagno la tua prossima assenza. Scegli bene la giustificazione, assicurati di essere credibile. Evita storie complicate, Malesseri inventati di amici o familiari e fornisci spiegazioni semplici. Come un breve soggiorno dalla tua “amica copertura”, per esempio. O un presunto viaggio che organizzeresti con lei. Al secondo posto tra le scuse inventate c’è quella di “impegni urgenti di lavoro”, a cui avrebbe ricorso il 22% delle donne intervistate dal sondaggio di Gleeden.com.

5- Definisci il tuo contratto relazionale. Ci sei quasi, stai per partire. Prima di andartene però, chiarisci con il partner la tua disponibilità temporale a sentirvi. Eviterai così i suoi allarmismi per chiamate senza risposta, i tuoi sguardi vigili al cellulare in vacanza ed eventuali ripicche dell’amante.

6- Rassicura l’amante e ottieni la sua comprensione. È importante che l’amante comprenda che, nonostante la vacanza, la tua vita “di sempre” continua a esserci e  ti attende. Metti subito in chiaro che dedicherai uno spazio circoscritto di tempo per sentire i tuoi cari. Senza nulla togliere a lui.

7-  Sii responsabile della tua vacanza: goditela, senza colpe. L’hai progettata e alla fine ce l’hai fatta. Avresti potuto pensarci prima al “buon senso” e ad altri moralismi. Ora non resta che divertirti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Coppia, Fantasie Argomenti: , Data: 19-07-2014 09:00 AM


Lascia un Commento

*