Green

I sex toys si fanno bio

Lubrificanti, gel e vibratori 100% naturali. La linea spopola in rete, tra le over 30.

di Fabio Dalmasso

Uno dei prodotti più venduti dalla DivineXtases: il gel lubrificante per il lato B.

Uno dei prodotti più venduti dalla DivineXtases: il gel lubrificante per il lato B.

Erotico e naturale: è questo il curioso binomio che unisce la seduzione ai prodotti biologici certificati e che sta prendendo sempre più piede all’estero, soprattutto in Francia. L’idea è venuta all’azienda DivineXtases, che da due anni vende la prima linea di sex toys interamente bio: i gel afrodisiaci sono a composizione naturale, i vibratori non contengono ftalati, i lubrificanti sono a base di ingredienti biologici. Segno dei tempi cha cambiano, per alcuni; semplice trovata di marketing, per altri.
PRODOTTI TUTTI COMMESTIBILI
«Si tratta del primo brand erotico biologico», spiega a LetteraDonna.it Fédéric Donnat, responsabile dell’azienda.
Che offre tutti prodotti rigorosamente commestibili, con gusti e aromi come vaniglia-cocco, arancia-noce moscata o pesca-fragola.
«Il nostro intero processo di produzione è fatto di elementi biologici, tanto da essere certificato dall’etichetta Nature et Progrès, rilasciata da una federazione di consumatori ed professionisti del settore agro-ecologico». Tutti i prodotti sono made in France e anche gli imballaggi sono al 100% riciclabili.
PER DONNE TRA I 30 E I 50
L’intuizione della società francese di concentrarsi sugli aspetti biologici e naturali legati all’erotismo è piaciuta al target di riferimento, per il 60% donne tra i 30 e i 50 anni. E ha ripagato anche in termini di fatturato: nel 2009 era di 150 mila euro, nel 2012 è passato a 450 mila euro e nel 2013, secondo Donnat, è destinato ad attestarsi sui 550 mila euro. Non male, per prodotti che in media costano il 30% in più di quelli tradizionali.
SOLO SU INTERNET
In Italia si possono acquistare solo su internet. Ma i piani di espansione dell’azienda sono ambiziosi: «Vogliamo passare dalle otto referenze attualmente in catalogo a 12. E poi passare all’export in Paesi più sensibili al tema, come la Norvegia e la Svezia», conclude il fondatore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Coppia, Fantasie Argomenti: , , Data: 06-11-2013 06:54 PM


Lascia un Commento

*