Nuovi approcci

(Ri)provaci col bex

di Margherita Gamba
Finita una relazione, il compagno assume nuove vesti. E può trasformarsi nel migliore amico di letto.
L'ex fidanzato può trasformarsi in un perfetto amico di letto.

L’ex fidanzato può trasformarsi in un perfetto amico di letto.

Siete fresche di rottura. E non avete alcuna intenzione di vedere nei paraggi il vostro ex compagno. Alt. Forse qualcosa si può ancora salvare. Sebbene non sia stato un partner eccezionale, sappiate che potrebbe trasformarsi in un perfetto «bex», acronimo con cui  gli anglosassoni si riferiscono al «best friend ex». A patto, però, che dopo la vostra separazione sia rimasto ancora un sentimento di rispetto e stima reciproco.

DA FIDANZATO AD AMICO DI LETTO
A sostenere la tesi del «trombamico» – detto alla Sex and The City – ci si è messo anche un recente studio effettuato presso l’Università dell’Arizona, secondo cui dormire e fare sesso con l’ex aiuterebbe a diminuire il disagio psicologico della rottura. Come un’araba fenice, dunque, il compagno imperfetto di una volta risorge sotto nuove vesti, quelle dell’amico ideale. Come a dire: «In tempo di crisi, non si butta via nulla».

NIENTE ANSIA DA PRESTAZIONE
E poi i risovlti pratici non mancano. Ci conosce  bene, possiamo presentarci per quelle che siamo senza angosce o atteggiamenti da compiacimento. Possiamo saltare a piè pari la fase seduttiva e andare subito al dunque vivendo una relazione ‘amicale’ sincera e trasparente. E vivere il sesso senza ansia da prestazioni o paura di essere giudicate, con  una persona che già conosce i nostri punti sensibili e ciò che ci piace.

UN RAPPORTO LIBERO DA SENTIMENTI PER NON SOFFRIRE
Attenzione, però, perché il requisito imprescindibile affinché la teoria del best friend ex funzioni, è che da entrambe le parti i sentimenti siano assolutamente sopiti. E che, in modo reciproco, ci si guardi con occhio diverso, mossi da sentimenti totalmente rinnovati. Ma possiamo davvero parlare di amicizia? «Nel caso ci sia stata una grande passione, ipotizzare che dopo nasca un’unione fraterna, è pura illusione», racconta la psicoterapeuta Antonella Montano, fondatrice e direttrice dell’Istituto A. T. Beck, e docente di psicometria all’Università di Milano Bicocca. «E non solo perché l’attrazione sessuale può rimanere intatta. In più nel nuovo rapporto che nasce ci sia un equivoco di fondo: ognuno tende a coltivare dell’altro soltanto gli aspetti che gli sono piaciuti e che conosce già. Il resto, le differenze, proprio perché hanno portato alla rottura, vanno nel dimenticatoio. Le relazioni di questo tipo possono anche andare avanti a lungo e risultare gratificanti, perché ricordano la parte buona di sé, quella che aveva funzionato. Ma l’amicizia è un’ altra cosa. È un legame di confidenza, uno scambio disinteressato di fiducia reciproca».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Coppia, Fantasie, Uomini Argomenti: , , , Data: 26-11-2013 05:15 PM


Lascia un Commento

*