LOVE LIFE

Come sopravvivere a uno sfidanzamento

di Margherita Gamba
Mai reprimere le proprie emozioni. Vietato pedinare l'ex su Facebook. E agire d'impulso.
Come gestire la rottura di un legame d'amore.

Come gestire la rottura di un legame d'amore.

Un amore finito per colpa della lontananza. Perché i sentimenti si sono raffreddati. Oppure perché c’è di mezzo un tradimento. Qualunque sia la ragione, la fine di un rapporto non è mai facile da gestire, né per chi lascia né per chi viene lasciato. EHarmony, il sito che gode di maggior autorevolezza in America riguardo all’argomento, ha stilato una serie di consigli utili per poter affrontare l’inizio del periodo di singletudine.
NON FINGERE CHE TUTTO VADA BENE
Lasciate esprimere i vostri sentimenti di rabbia, odio, umiliazione e tristezza. Sfogatevi piangendo, prendendo a pugni un cuscino. E circondatevi di amici. La tentazione di fingere che tutto vada bene e che la rottura non vi abbia colpito è forte. Ma non è un comportamento salutare: non lasciate che l’orgoglio prenda il sopravvento. Questo non vuol dire singhiozzare ininterrottamente anche in ufficio, ma cercate di ritagliarvi qualche piccolo spazio per riflettere ed essere onesti con voi stesse.
NON FORZATE L’AMICIZIA
Molto raramente accade che una storia al capolinea si tramuti in un’amicizia solida: finché entrambe le parti non vivranno con serenità il fatto di vedere il proprio ex accanto a un’altra persona, non sarete pronti. Se il vostro ex vi mette sotto pressione chiedendovi di rimanere amici, mettete in chiaro le cose se non siete a vostro agio con questo nuovo status. In questo momento non state di certo cercando un amico che abbia l’aspetto di chi vi ha spezzato il cuore.
MAI PRENDERE DECISIONI D’IMPULSO
Non fate cambiamenti drastici. È facile prendere decisioni poco razionali dopo una rottura. Un grosso cambiamento nella vostra vita può ispirare ulteriori mutamenti. Per esempio, a pochi giorni dalla separazione, non correte dal tatuatore sull’onda delle emozioni. Aspettate qualche mese, fino a quando sarete emozionalmente più stabili.
CREATE UN GRUPPO DI SUPPORTO
Avete rotto da una settimana ma la voglia di chiamarlo non vi abbandona. Qualcosa vi provoca una risata e avreste voglia di condividerla con lui. Avreste voglia di mandargli un sms. Non fatelo. Arriverà il momento giusto. Nel frattempo, reclutate un gruppo di amici e familiari che vi dia supporto nei momenti più duri. Alcune persone, dopo una rottura, si sentono perse. Non perché la mancanza dell’ex sia grande ma perchè molte delle abitudini quotidiane erano legate a lui. Concedetevi del tempo per adattarvi alla vita da single.
MAI PEDINARE L’EX SUI SOCIAL NETWORK
I social network possono essere davvero pericolosi quando si deve gestire la fine di un rapporto. Tenete a mente due regole: non pubblicare niente che abbia a che fare con la rottura e non tartassare il vostro ex. Toglierlo dalla lista di amici oppure nascondere gli status potrebbe eliminare la tentazione costante di spiare i suoi movimenti per cercare di capire se stia vivendo una vita peggiore della vostra.
LA DIGNITÀ VIENE PRIMA DI TUTTO
Forse non capite il perché la vostra relazione sia finita. Oppure pensate che le ragioni della rottura non siano giuste. Poco importa. Non pregate mai il vostro ex affinché ritorni. Non vorrete stare con qualcuno solo perché lo avete pregato. E, opzione peggiore, se dovesse rifiutarvi una seconda volta, il grado di frustrazione e umiliazione crescerà. E questo non dovete permetterlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Coppia, Fantasie Argomenti: , , , Data: 26-03-2013 01:09 PM


Lascia un Commento

*