COPPIA

Le 5 scoperte che hanno cambiato l'Amore

La passione fa bene alla salute. E i cuori di chi si ama battono all'unisono. Ora lo dicono gli studiosi
Esternare i propri sentimenti fa bene alla salute.

Esternare i propri sentimenti fa bene alla salute.

L’amore è un sentimento irrazionale. Ma una delle più intense emozioni presenti nella vita dell’uomo è legata anche a logiche razionali studiate dalla scienza. E diversi studiosi hanno cercato di dare una spiegazione plausibile ad alcuni comportamenti amorosi che nel tempo hanno assunto un peso importante anche nella pubblicistica, nella divulgazione e soprattutto nel dibattito sull’affettività e la sessualità. Ecco le scoperte più interessanti pubblicate negli ultimi tempi:
L’AMORE FA BENE ALLA SALUTE
Non abbiate timore di dire al partner ciò che provate. Secondo Kory Floyd, professore alla Hugh Downs School of Human Communication dell’Arizona State University, esternare i propri sentimenti ha ottimi effetti sui livelli di colesterolo e sulla pressione alta. Inoltre fortifica il sistema immunitario. Poi, con il contatto fisico – anche se minimo – anche lo stress ne beneficia. Per non parlare dell’intesa di coppia. Nella lista, oltre al bacio, ci sono le parole, i piccoli gesti come un abbraccio.
FACEBOOK NON AMA LE RELAZIONI DURATURE
Una ricerca dell’Università del Kansas mette in guardia le coppie: se volete che la vostra storia duri, evitate di condividere troppi dettagli del rapporto su Facebook. Chi è coinvolto in una relazione, infatti, non apprezza che il partner posti in bacheca sentimenti, esperienze ed emozioni. La riservatezza paga sempre. Gli esperti della facoltà di Psicologia hanno sottolineato come l’eccesso di condivisione possa minare il rapporto: «Ti aspetti che il tuo partner condivida alcune informazioni come pensieri intimi o esperienze personali solo con te, ma quando vedi che le sta raccomandando a tutti ti senti meno unico e speciale», ha spiegato Juwon Lee, che ha condotto le ricerche all’ateneo statunitense. Inoltre, hanno aggiunto i ricercatori, «rivelare troppo può portare a un minore livello di intimità e di soddisfazione nella coppia, per cui più si parla di sentimenti nel mondo social più si tende a pensare che il mondo reale sia pieno di potenziali partner tra cui scegliere, togliendo inevitabilmente valore alla relazione in cui si è in quel momento coinvolti».
L’AMORE FA BATTERE I CUORI SIMULTANEAMENTE
Sembra una favola, eppure sembra che i cuori di chi si ama battano allo stesso ritmo. Lo ha dimostrato Emilio Ferrer, psicologo all’Università della California coinvolgendo nell’esperimento oltre 30 coppie: collegate a speciali strumenti e fatte sedere a un metro di distanza, sono state costrette a rimanere in silenzio e a rilassarsi, lasciando che fossero misurati parametri come pressione, battito cardiaco e respirazione. Secondo i risultati, i ritmi cardiaci, inspirazione ed espirazione procedevano all’unisono. L’indagine ha anche provato come siano le donne ad avere maggiore propensione a modificare i propri ritmi per allinearsi a quelli del partner.
CALCOLARE LA DURATA DI UN’UNIONE
Avete paura che la vostra storia non duri per sempre? Adesso è possibile conteggiarlo. Uno studio della Brown University dimostrerebbe come sia possibile stabilire intensità e durata della propria relazione tramite una rilevazione dell’attività cerebrale. I ricercatori americani sarebbero infatti riusciti a sottolineare differenze importanti nell’attivazione cerebrale tra le coppie con una propensione più duratura e quelle più instabili.
I risultati hanno mostrato che esiste un gap notevole tra le persone che  hanno mostrato una maggiore attività nell’area che reagisce di solito alla bellezza visuale e quelle che invece hanno mostrato una maggiore reazione nella corteccia mediale orbitofrontale, legata invece alle critiche e ai giudizi. Tradotto, le aree del piacere erano meno attivate nelle coppie solide rispetto alle altre, evidentemente grazie a una maggiore soddisfazione: «Tutte le persone coinvolte nello studio provavano un amore molto intenso per il partner, e questo si vedeva nelle risonanze», ha detto Arthur Aron, uno degli autori, «ma c’è qualche sottile indicatore che mostra quanto fossero in realtà stabili questi sentimenti. Solo se l’amore si combina con una visione positiva del partner e con un’attitudine a moderare i conflitti il rapporto sembra essere realmente produttivo».
GLI OPPOSTI NON SI ATTRAGGONO
Quante volte avrete sentito pronunciare la classica frase «gli opposti si attaggono». Ebbene, questo principio sembrerebbe infondato. Lo dice una ricerca tedesca che ha coinvolto circa 5 mila coppie ed è durata cinque anni, pubblicata sulla rivista Personality and Individual Differences e diretta da Beatrice Rammstedt del Gesis Leibniz Institute for the social sciences di Mannheim. Secondo l’analisi, il segreto per una vita di coppia felice sarebbe da ricercare nella personalità simile.
Le coppie che si sono lasciate nel corso dell’indagine, infatti, erano composte da partner con caratteri molto diversi mentre quelle che hanno portato avanti la storia, avevano profili assai più compatibili.
Nello stesso periodo, però, un altro studio ha messo in dubbio la prima analisi. Condotto alla Columbia University, l’esperimento sostiene che essere troppo simili fa male al rapporto. Durata tre anni, l’indagin, condotta da David Frost, ha coinvolto 732 persone ed è stata pubblicata sul Personality and Social Psychology Bullettin: dopo una serie di profili psicologici e questionari, gli scienziati hanno concluso che non è tanto importante quanto ci si senta vicini ma quanto si voglia esserlo. Come a dire: l’amore e la volontà sono più forti di tutto il resto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Coppia, Fantasie Argomenti: , , , Data: 25-03-2013 03:37 PM


Lascia un Commento

*